La Bomba di riso

Il piatto che mette tutti d’accordo e la ricetta di Marta Ferrari

Volete cucinare un piatto tradizionale che piaccia a grandi e bambini? La Bomba di Riso! Un piatto della migliore tradizione emiliana che quando arriva in tavola trasforma il pranzo in una festa: La Bomba di Riso! 

Piatto semplice da preparare ma di sicuro successo, è di solito proposto con prosciutto cotto e piselli, per far impazzire anche i bambini. Ma si può servire anche con ragù di carne o salsiccia per una vera esplosione di gusto. La forma “a ciambellone” del piatto lo rende divertente e invita a scavare alla base per riempire il piatto, magari una seconda volta! Ed è quella che abbiamo realizzati noi con riso allo zafferano con prosciutto cotto e un cuore di ragù di carne. 

Per quanto riguarda la tradizione, Parma e Piacenza si contendono l’origine. Reggio Emilia invece ne ha dato la sua interpretazione con la grande cuoca Marta Ferrari, punto di riferimento per generazioni di amanti della tavola e irrinunciabile ispirazione.

Ecco quindi la ricetta tradizionale reggiana della bomba di riso, sicuramente adatta a palati più raffinati: 

Ingredienti:

2 piccioni novelli

400g di riso

1 cipolla media

100g di burro

2 o 3 foglioline di salvia

pangrattato

 sale e pepe

½ bicchiere di vino bianco secco

rigaglie (interiora dei piccioni)

1 manciata di funghi

2 o 3 cucchiai di parmigiano reggiano

2 o 3 cucchiai di olio

1 uovo

In un tegame fate scaldare burro e olio, e fate appassire la cipolla tagliata a fette – da eliminare una volta appassita. Mettete nel tegame i piccioni e la salvia, pepate e fate rosolare per qualche minuto a fuoco vivace. Aggiungete vino bianco e fatelo evaporare. Portate a cottura i piccioni aggiungendo brodo. Unite i funghi e le rigaglie dei piccioni. A fine cottura disossate i piccioni. Nel frattempo avrete lessato il riso molto al dente, conditelo quindi con la salsa di cottura dei piccioni, uovo, burro e parmigiano. Imburrate uno stampo rotondo, cospargetelo di pan grattato e mettetevi i tre quarti di riso, fate al centro una fossetta e riempitela con i pezzetti di piccione che avete disossato, i funghi e le rigaglie. Ricoprite con il riso rimasto, livellate bene e spolverate con parmigiano reggiano, burro e pangrattato. Cuocete in forno, a media temperatura, per 20 minuti. Attendente qualche minuto prima di servire.

I piccioni possono essere sostituti con quaglie, in quel caso si raccomanda di avvolgerle in fette di pancetta durante la cottura.

(ricetta pubblicata in Marta Ferrari, Manuale di cucina reggiana, Diabasis, Reggio Emilia 2007, pg.ne 41-42)

No comments yet.

Lascia un commento

Per offrirti il miglior servizio possibile, in questo sito utilizziamo i cookies, continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Ulteriori informazioni.