Uova in cocotte con fonduta di Parmigiano Reggiano, polvere di bacon, nocciole e uova di salmone

E’ Bruno Barbieri, chef pluristellato e giudice di MasterchefItalia, l’autore di questa ricetta, presentata sul palcoscenico del Teatro Valli di Reggio Emilia durante uno show cooking “chef all’Opera”, dedicato al Parmigiano Reggiano,  da sempre impiegato nell’alta cucina e ingrediente principe di illimitate declinazioni culinarie.  In questa ricetta c’è la cucina di Barbieri, “fatta più di cuore che cervello,  in cui viene dato libero sfogo all’estro e alla fantasia”, come scrive nel suo nuovo libro “Via Emilia, Via da casa”. “Uova in cocotte con fonduta di parmigiano reggiano, polvere di bacon, nocciole e uova di salmone ” è stata realizzata in pochi minuti e con pochi sapienti gesti.  Allora perché non provate anche voi realizzarla?

Ingredienti per 4 persone

8 uova di taglia grande

300 g di Parmigiano Reggiano di 24 mesi

100 g di nocciole tostate

240 di crema di latte

Erba cipollina ( un ciuffo tagliata molto fine)

Germogli sakura

1 barattolo di uova di salmone

Tagliate con un coltellino la parte a punta dell’uovo, separate  il tuorlo dall’albume. Sbattete poi l’albume con una parte di crema di latte, aggiustate di sale e pepe e  cuocerlo successivamente in una casseruola, a metà cottura aggiungete il tuorlo e continuare la cottura per un minuto. Dovranno risultare strapazzati ma molti morbidi. A parte fate una fonduta di Parmigiano Reggiano unendo alla crema di latte il Parmigiano reggiano la paprika e cuocete a bagnomaria.  Tostate poi in formo il bacon e dopo la tostatura polverizzarlo.

Le uova

Dopo aver sterilizzato i gusci delle uova riempiteli a strati con le strapazzate poi con la fonduta di parmigiano reggiano, la polvere di bacon , l’erba cipollina. Infine aggiungervi le nocciole. Aggiungete una noce di burro e poi passare le uova nel forno per qualche minuto.

Presentazione

Riempite delle ciotole di sale grosso,  sovrapponete le e guarnitele con piccole perle di salmone e un ciuffo dio germogli di sakura.

 

 

 

No comments yet.

Lascia un commento

Per offrirti il miglior servizio possibile, in questo sito utilizziamo i cookies, continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Ulteriori informazioni.